TAEG, che cosa è? Come si calcola?

Sempre più spesso si sente parlare di TAN e TAEG. Ma che cosa è il TAEG? E come si calcola? Il TAEG, è il Tasso Annuo Effettivo Globale, ed è un Indice sintetico di costo, o Indicatore sintetico di costo (ISC). È espresso in percentuale e indica il costo effettivo del finanziamento ed è stato introdotto dalla direttiva europea 90/88/CEE. In altre parole, quando si sottoscrive un finanziamento, spesso non si riesce a quantificare la spesa esatta, a causa del numero di rate e degli esborsi accessori (amministrativi e di istruttoria), il TAEG viene in nostro soccorso mostrandoci il costo globale del prestito e ricomprende gli effetti di tutte le spese che risultano obbligatorie ai fini di apertura e pagamento del finanziamento. In pratica il Taeg è un utilissimo strumento per comparare finanziamenti, prestiti e mutui.

Come si calcola il TAEG?

Vediamo ora in dettahlio come si calcola il TAEG. I parametri che determinano il TAEG sono fissati per legge. In particolare, oltre alla struttura del rimborso finanziario, rientrano a far parte del calcolo di questo tasso tutte le spese accessorie obbligatorie inerenti all’atto del finanziamento, ovvero:

  • spese di istruttoria della pratica;
  • commissioni d’incasso;
  • assicurazioni obbligatorie;
  • bolli statali.

Non rientrano invece a far parte dei parametri che incidono sul TAEG:

  • tasse come le imposte di registro nel caso dei mutui;
  • assicurazioni non obbligatorie.

Non sembra questa la sede per discutere la notevole sommatoria da eseguire, basterà ricordare che nel nostro indicatore rientrano tutte le spese del finanziamento e non solo il costo degli interessi.

Come usare il TAEG

Ma come usare il TAEG? L’uso del TAEG come coparatore delle offerte è tanto semplice quanto brutale. Il TAEG più basso rappresenterà sempre l’offerta più vantaggiosa, tuttavia, bisogna ricordare che molto dipenderà dalle vostre possibilità di accedere al credito, dalla solidità dell’istituto, dalla volonta di sottoscrivere assicusrazioni opzionali.

Condividi l'articolo o lascia un mi piace!

Potrebbero interessarti anche...