Sofferenza bancaria, che cosa è

Che cos’è la sofferenza bancaria? Iniziamo con il dire che la sofferenza bancaria, è la situazione conseguente a quella di incaglio ed è la situazione in cui la banca si trova costretta a procedere legalmente nei confronti di un debitore. Quindi viene definita come un Indice di natura Pregiudizievole.

La sofferenza bancaria in dettaglio

Diversamente dalla posizione ad incaglio, la sofferenza bancaria è spesso considerata permanente, in quanto i crediti ceduti al cliente diventano, di frequente, inesigibili o soggetti a protesto/precetto/ingiunzione. Quindi è una situazione certamente diversa dalla crisi di liquidità. Infatti, si parla di sofferenza bancaria solo quando si è in presenza di una crisi economica, di un indebitamento tale da prevedere un fallimento. In pratica una situazione tale da essere plausibilmente di impossibilità sopravvenuta, in capo ad un soggetto, di onorare i propri debiti. Come abbiamo accennato la posizione di sofferenza bancaria è il passo successivo rispetto alla posizione ad incaglio e in questo caso la banca procede immediatamente con la comunicazione formale (tramite lettera raccomandata) in cui richiede la restituzione del debito entro 15 giorni. Passato vanamente questo breve periodo, la banca segnalerà alla Centrale Rischi, la posizione. Seguiranno, quindi, un decreto ingiuntivo e un provvedimento di provvisoria esecuzione. Insomma, senza dubbio lo stato di sofferenza bancaria può portare con se conseguenze davvero drammatiche e difficilmente cancellabili.

Eliminare la segnalazione di sofferenza bancaria

La segnalazione dello stato di sofferenza bancaria si cancella esclusivamente pagando tutto il debito all’istituto creditore. Se ciò non avviene il dato rimarrà presente nelle banche dati senza possibilità di eliminarlo. Invece, nel caso in cui il debitore ritenga di aver subito un’ingiustizia, o un abuso da parte dell’ istituto di credito, non dovrà fare altro che agire dinanzi al tribunale. E solo attraverso questa sede sraà possibile cancellare i dati relativi alla sofferenza bancaria del debitore.

Condividi l'articolo o lascia un mi piace!

Potrebbero interessarti anche...