Investire in un’attività redditizia, cosa fare?

Cosa fare per investire in un’attività redditizia? Oggigiorno, complice la crisi ed il tasso di disoccupazione, sempre più persone valutano con passione l’idea di investire in un’attività redditizia ed allo stesso tempo entusiasmante.
Innanzitutto, la prima cosa da fare è evitare di pensare ad un’idea imprenditoriale adatta per investire in un’attività redditizia, infatti, qualunque sia l’attività da svolgere se non ci sono passione, dedizione costanza e pazienza nessuna investimento andrà a buon fine. Il mondo è ricco di opportunità, tradizione, mode del momento, l’importante è solo non sprecare le proprie energie su centinaia di progetti irrealizzabile ed evitare di polverizzare il proprio capitale in pochi mesi.
Senza dubbio, alcuni settori ed alcuni mercati consentono di investire in un’attività redditizia con maggiori probabilità di successo. Tuttavia, è fondamentale ricordare che più redditizia è la nicchia di mercato o il settore, più sarà spietata la concorrenza. Inoltre, una volta che si decide di investire in un’attività saremo noi i primi a doverci lavorare e quindi, è fondamentale scegliere un campo che ci interessi ed appassioni altrimenti il fallimento sarà certo.

Investire in un’attività redditizia, quale?

Esistono diverse opzioni per investire in un’attività redditizia, una di queste è quella di investire sulle mode del momento. Si tratta di attività che sono incredibilmente fruttuose per un periodo limitato di tempo, generalmente quando la nicchia di mercato non è satura. Via via che la concorrenza aumenterà gli introiti sono destinati a calare fino a stabilizzarsi su quello che poi diventerà il proprio fatturato annuo. Alcuni esempi di queste attività sono i negozi che vendono sigarette elettroniche o le patatinerie. Il vantaggio di investire in un’attività redditizia che va di moda è essenzialmente uno, la fase di lancio è estremamente breve e quindi si ha la possibilità di recuperare il prima possibile il capitale investito o preso in prestito.
Altro modo di investire in un’attività redditizia è quello di selezionare attività che non richiedano la presenza fisica del proprietario. Si tratta di alcuni franchising in cui sono di rilievo le figure delle venditrici (che rappresenteranno una voce di costo iniziale anche elevata) oppure della distribuzione automatica. Un esempio classico è la lavanderia automatica. Fare questo tipo di investimento significa investire in un’attività redditizia perché ci consentirà di svolgere altri lavori o di avere molto tempo libero. In alcuni casi gli introiti saranno inferiori, ma senza dubbio il tempo non ha prezzo.
Ovviamente la scelta migliore sarà sempre scegliere di lavorare con una propria passione, infatti, molto spesso le nostre passioni sono delle vere e proprie nicchie di mercato da poter “sfruttare” senza troppe difficoltà. Ad esempio, si potrà decidere di investire in un’attività redditizia come una ludoteca o un negozio di animali. Si tratta di attività che possono essere davvero molto redditizie anche se l’investimento iniziale può essere cospicuo.

Come fare ad investire in un’attività redditizia?

Innanzitutto sarà impossibile investire in un’attività redditizia se non si avrà chiaro, e disponibile, il proprio budget. Infatti, è proprio da questo che dovremo partire per scrivere ed affinare il nostro progetto. Il progetto rappresenterà per tutta la durata dell’investimento la linea guida da seguire, e dovrà prevedere tutte le possibili voci di costo.
Investire in un’attività redditizia significa innanzitutto avere bene presente che i costi saranno tanti e diversi: commercialista, notaio, fitto dei locali, fitto delle attrezzature, marketing, dipendenti.
Ecco il motivo per il quale molto dipenderà dal proprio budget.

Condividi l'articolo o lascia un mi piace!

Potrebbero interessarti anche...