Investire in spazi di Coworking: perchè è vantaggioso e come fare

I coworking, o spazi di lavoro condivisi, sono una realtà in continua espansione. Come afferma lo studio condotto da Italian coworking chi decide di investire almeno 100.000 €, se non di più, in questo florido settore riuscirà a raggiungere il break-even point rapidamente e ad avere un guadagno sostanzioso.

Questa nuova tendenza di investimento è stata agevolata dalla pandemia, che ha ridisegnato e ridimensionato gli spazi lavorativi, trasformandoli e rendendoli più agili e flessibili. Si cercano sempre di più spazi con ampie metrature che possano ospitare molte persone in totale sicurezza.

Il mercato immobiliare e in particolare gli spazi di coworking rappresentano, quindi, una soluzione di investimento remunerativa e stimolante che ti darà la possibilità di diversificare il tuo portafoglio di investimenti!

Un trend in crescita: gli spazi di coworking

Al giorno d’oggi si può decidere di investire in titoli, buoni e molto altro, ma il mercato del real estate rimane una grande fonte di guadagno. Come evidenzia lo studio di Cushman & Wakefield – società privata nel mercato immobiliare e conosciuta in tutto il mondo – chi sceglie investire nel coworking è disposto a destinare tra il 15 e il 30% del proprio patrimonio perché sa quanto possa essere redditizio.

Inoltre, bisogna considerare che gli spazi di coworking non riguardano più solo le grandi città, ma toccano anche i centri più piccoli del nostro Paese. Infatti, 1 coworking su 4 ha sede in un’area non metropolitana con un bacino d’utenza di meno di 50.000 abitanti. Questo aspetto aumenta notevolmente le opportunità di investimento che diventano molto più numerose.

Quindi se si vuole investire nell‘immobiliare, gli spazi di coworking rappresentano sicuramente un’ottima scelta. Anche perché con l’avvento della pandemia il mondo del lavoro è cambiato significativamente e molte grandi aziende come Jhonson & Jhonson, Facebook e Microsoft hanno scelto di decentralizzare le proprie sedi.

Questa scelta nasce dalla volontà di agevolare gli spostamenti dei propri dipendenti e rendere il loro lavoro più flessibile e agile. Allo stesso tempo, però, questa richiesta ha notevolmente aumentato la domanda di uffici e di spazi dedicati al lavoro.

Gli spazi, inoltre, si sono ingranditi per rispettare le normative anti Covid e garantire la sicurezza sull’ambiente di lavoro. La risposta a questa nuova domanda è rappresentata proprio dagli spazi di coworking, che si estendono per centinaia di metri quadrati diventando una valida alternativa ai piccoli uffici, o una nuova sede per i lavoratori in smart working che non vogliono rimanere in casa.

Perché investire in uno spazio di coworking

Se si sceglie di investire nel mercato immobiliare, Regus rappresenta un’ottima scelta. Il marchio, insieme ad altri brand come Spaces, HQ e Signature, appartiene a IWG Group che vanta un’esperienza trentennale nel settore e una grande professionalità.

IWG Group, infatti, è presente in 110 paesi e conta oltre 2,5 milioni di clienti. In Italia, invece, sono presenti 84 sedi dislocate in 15 città. I 5 milioni di metri quadrati di spazi di lavoro che mette a disposizione dei suoi clienti, hanno contribuito a creare un network di professionisti in continua crescita, che ha portato ad aprire sempre più centri e a rendere il marchio sempre più riconoscibile e affidabile.

Scegliere di investire nel coworking Regus rappresenta un’opportunità redditizia e stimolante, grazie anche alle vantaggiose condizioni che offre l’azienda. Per entrare a far parte del settore degli spazi di coworking occorre versare una fee d’ingresso di 36.000 € e fare un investimento di 500 € al metro quadro per una location di almeno 1000 metri quadri, che sarà valutata e cercata attentamente insieme al team di Regus.

Il gruppo, oltre a occuparsi dell’assistenza pre e post apertura, fornisce anche il training necessario per formare al meglio gli investitori, delinea lo spaceplan e il piano di marketing, in modo da seguire a 360 gradi chi decide di aprire uno spazio di coworking.

La proposta di Regus si rivolge a imprenditori già attivi nel mondo del mercato immobiliare o a proprietari di immobili, che vogliono ampliare le loro prospettive e vogliono cimentarsi in una nuova esperienza di investimento.

“Cerchiamo imprenditori che vogliano investire in un business di tendenza, che guarda al futuro”, dichiara Alessandro Martini, Franchise Development Director per IWG in Italia.

Queste parole racchiudono perfettamente l’idea di investimento proposto da Regus: cambiare prospettiva e investire in un settore in continua crescita ed espansione. La pandemia ha aiutato a cambiare la visione del lavoro: da orari fissi in spazi chiusi a orari flessibili in spazi di coworking. Quindi, perché non investire nel futuro?

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.