Investire in palladio

Investire in palladio, è una scelta saggia? In questi anni il palladio si sta guadagnando sempre più la fama di bene rifugio oltre che essere un metallo attraverso il cui scambio è possibile ottenere buoni profitti.
Investire in palladio è sempre più un’alternativa all’investimento in metalli preziosi, dato che questi, negli ultimi anni, stanno vivendo un periodo di crisi e di ribassi. E così, oggigiorno, è possibile investire in palladio non solo attraverso compravendite speculative, ma anche attraverso l’acquisto fisico.

Perché investire in palladio

Perché investire in palladio? Scopriamo in questo post perché investire in palladio è una scelta vincente. Da un pò di tempo non sembra il caso di investire in oro, metallo che dai poco più di 400 dollari l’oncia del 2004 ha toccato un picco storico di 1.900 dollari nell’autunno del 2011 per poi iniziare una graduale discesa sino al 1.200 dollari circa attuali. Gli analisti sono molto incerti sull’andamento dei metalli preziosi, troppo legati alle scelte delle banche centrali, ai tassi di interesse ed alle tensioni geopolitiche.
L’alternativa sembra essere proprio investire in palladio. Infatti, secondo molti analisti la bassa domanda di questo metallo nel breve termine potrebbe spingere ancora i prezzi verso il basso. Tuttavia, investire in palladio potrebbe risultare la scelta vincente grazie alla crescita della domanda di automobili in Cina, Giappone e Stati Uniti (oltre che in Europa), un’industria che sta aumentando la sua domanda di palladio e di platino per utilizzarlo nelle marmitte catalitiche. Sembra probabile che investire in palladio sia un’ottima scelta.

Investire in palladio e situazione economica e geopolitica

Investire in palladio e rischi geopolitici. Investire in palladio è diverso che investire in oro ed altri metalli preziosi. Infatti, oltre il 70% della domanda mondiale di palladio dipende dall’industria automobilistica, e non dall’accumulo di riserve presso le banche centrali come capita per l’oro. Questo da solo, basta a capire che investire in palladio è un modo per isolare parte dei propri investimenti dalle crisi geopolitiche e legarli invece alla crescita della domanda mondiale di autovetture catalizzate. Quindi, sembra che investire in palladio nel lungo periodo rappresenti una scelta obbligata di diversificazione e probabilmente molto profittevole.
Inoltre, investire in palladio potrebbe essere conveniente considerando che non è possibile sapere se l´offerta riuscirà infatti a soddisfare la domanda. Infatti, in Sudafrica è in atto una grave crisi mineraria che ha portato il più grande produttore di palladio al mondo, la Anglo Platinum American, a licenziare oltre 14.000 persone e a chiudere definitivamente due miniere.

Come investire in palladio

Abbiamo capito che investire in palladio potrebbe essere una mossa vincente. Ma come investire in palladio? E’ possibile investire in palladio attraverso i “compro oro”, infatti, sempre più numerosi sono i “compro oro” specializzati nella compravendita del palladio. Per acquistare o vendere il vostro palladio non bisognerà fare altro che recarsi presso un punto vendita e fare una valutazione del palladio sulla base dell’attuale quotazione.
In caso non vogliate investire in palladio acquistando direttamente il minerale, è possibile investire in palladio mediante l’Etfs Physical Palladium emesso da Etfs Metal Securities Ltd. Questo ETF replica l’andamento del prezzo spot del palladio al netto di commissioni di gestione pari allo 0,49% annuo, con un prezzo per Etf pari approssimativamente a un decimo del prezzo di un’oncia di palladio. Ovviamente nell’investire in palladio bisogna considerare il cambio euro dollaro.
Ora conosciamo le informazioni di base per investire in palladio.

 

Condividi l'articolo o lascia un mi piace!
  • 6
    Shares

Potrebbero interessarti anche...