I migliori mercati per il trading di CFD: In quale mercato è meglio fare trading

Se sei nuovo nel trading di CFD, potresti non sapere con certezza quale mercato dovresti scegliere. Ogni tipo di mercato CFD ha i suoi vantaggi e i suoi svantaggi. La redditività dipende da quante conoscenze ha un trader su quel specifico mercato.

Ad esempio, se la tua area di competenza sono le azioni, è probabile che tu faccia operazioni migliori sui CFD Azionari che in trading di qualsiasi altro tipo. Questo perché la redditività nei CFD dipende fortemente dal titolo sottostante. Se sei un trader che deve ancora decidere in quale mercato operare, inizialmente devi controllare attentamente tutti i mercati. Di seguito sono riportati alcuni dati sui principali tipi di mercati di CFD e sui loro vantaggi e svantaggi per cercare di autarti a muoverti in questo mondo.

Forex

I CFD Forex sono contratti che speculano sui movimenti di prezzo delle valute. La maggior parte dei broker che offrono trading forex offrono anche CFD basati sul forex. Inoltre, la maggior parte dei broker consente agli operatori di accedere a questi strumenti con un deposito di soli 250 dollari o euro.

Ad esempio, il broker CFD tradefw.com offre CFD su più di 50 coppie di valute, inclusi i cambi più famosi come EUR/USD, GBP/USD e AUD/USD. I CFD hanno di solito una leva molto elevata, che significa che è possibile effettuare un ordine molto sostanzioso anche con un capitale minimo.

Azioni

I CFD azionari speculano sulla volatilità delle azioni e presentano quasi tutti i vantaggi del trading azionario e altro ancora. Come qualsiasi altro tipo di CFD, i possessori di un contratto CFD su azioni non possiedono le azioni sottostanti. Tuttavia, i loro guadagni dipendono dall’azione sottostante, più specificamente se l’azione in questione rispetterà o meno la previsione del trader.

Il prezzo di un CFD è generalmente equivalente al costo di un’azione. Hanno però una leva finanziaria altissima, il che significa che è possibile effettuare un ordine di molte azioni con un capitale minimo. Ad esempio, supponiamo che un operatore acquisti 1000 CFD su azioni della società XYZ a 10$ per azione, con un margine del 20%: il trader avrà quindi bisogno solo di 2000 $ per acquistare questi CFD azionari.

Indici

I CFD sugli indici si basano sugli indici di mercato come Dow Jones, FTSE 100, DAX tedesco, S&P 500 e molti altri. Per la cronaca, un indice di mercato è un prodotto finanziario il cui valore deriva da un paniere di azioni. Ad esempio, il valore FTSE 100 deriva da un aggregato di 100 società con la più alta capitalizzazione di mercato nella LSE (London Stock Exchange – Borsa di Londra). Il valore S&P 500 deriva da un aggregato di 500 aziende leader.

Quando acquisti un CFD su indice, stai quindi speculando sul prezzo dell’indice senza possedere nessuna azione. Gli indici sono generalmente meno volatili rispetto alle azioni essendo molto diversificati e con variazioni di pochi punti percentuale.

Energia e materie prime

I CFD su energia e materie prime speculano sulla volatilità di materie prime come l’oro e l’argento e su beni energetici come petrolio e gas naturale. Come in qualsiasi altro tipo di CFD, il trader non possiede il bene sottostante.

Inoltre, la maggior parte dei broker offre anche materie prime tra le offerte di CFD. Proprio come con forex, azioni o indici, non è necessario molto capitale per far trading con questo strumento, ma è necessario effettuare ricerche approfondite sugli aspetti che incidono sul mercato delle materie prime se si desidera prendere decisioni redditizie.

Conclusione, in quale mercato finanziario conviene fare Trading di CFD?

Ci sono molti vantaggi nel negoziare CFD invece di detenere direttamente l’attività reale. Il fattore più importante è la leva finanziaria, che significa che puoi fare enormi operazioni con un investimento di capitale relativamente piccolo. Tuttavia, questo può essere uno svantaggio poiché aumenta le potenziali perdite.

I principianti dovrebbero quindi informarsi il più possibile prima di entrare nel mondo del trading di CFD live, per evitare in modo significativo il rischio di subire gravi perdite. L’acronimo CFD significa Contract For Difference – Contratto Per Differenza. Alcuni trader di CFD ottengono enormi guadagni ma, come spesso accade nel mondo della finanza, molti subiscono perdite considerevoli.

Condividi l'articolo o lascia un mi piace!

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.