Fondo pensioni Alleata Previdenza: TFR, opinioni e convenienza

In questo articolo parleremo di previdenza complementare e ci soffermeremo sulle alternative proposte da dal Fondo Pensioni di Alleanza Assicurazioni. Sono davvero in molti ad interrogarsi in merito alla convenienza del fondo pensione di Alleata Previdenza. Ma quali sono le opinioni in merito a tale meccanismo di investimento dei risparmi? Lo scopo del prodotto lanciato sul mercato da Alleanza Assicurazioni è di dare forma ad rendita in grado di integrare la pensione tradizionale che, soprattutto per i pù giovani, è un vero e proprio tallone di Achille, dato il calcolo contributivo degli assegni previdenziali. In buona sostanza, il capitale accumulato viene restituito al contribuente in modo tale da consentirgli di vivere dignitosamente. Vediamo adesso come funziona un fondo pensione e, nello specifico, quali sono i benefit offerti da Alleanza.

Alleanza Previdenza: TFR e come funziona il fondo pensioni

Per prima cosa, è necessario fare presente che il fondo pensione Alleata Previdenza è un prodotto che beneficia della normativa fiscale che agevola la cosiddetta previdenza complementare. In buona sostanza, consente di dedurre fino a 5164 euro ogni anno, in modo tale da ottenere un risparmio a dir poco notevole sotto il profilo fiscale. Ma vediamo di scendere nello specifico. Il fondo pensioni Alleata Previdenza è un PIP (Piano Individuale Pensionistico) ed è caratterizzato da una importante libertà di versamento sia per quanto concerne la frequenza che l’importo. Le clausole contrattuali, infatti, permettono di scegliere se versare il denaro una volta all’anno, ogni mese, ogni tre mesi e così via. Inoltre, è anche possibile decidere di aumentare o ridurre la quota. Addirittura, è anche possibile non versare alcunché o interrompere i pagamenti.

Le tipologie di versamento sono due. Nel primo caso, i lavoratori dipendenti hanno la possibilità di versare il TFR, decidendo di non tenerlo in azienda. Nel secondo caso, invece, si ha a che fare con i cosiddetti versamenti liberi che, com’è facile intuire, sono del tutto indipendenti dal TFR. Le opzioni di investimento proposte ai clienti di Alleanza Assicurazioni sono tre, dipendentemente dalla propensione al rischio del cliente. La prima opzione del fondo è Alleata Garantita. Senza alcun dubbio, essa è l’alternativa più sicura poiché è caratterizzata dalla gestione separata. Stando a quanto scritto nella nota informativa, essa è garantita perché l’investimento è basato su titoli di stato e su obbligazioni. Grazie alla garanzia, al momento del pensionamento la posizione dell’assicurato non può essere in alcun modo più bassa dei contributi versati maggiorati dell’1% annuo.  La garanzia agisce anche nella fase che precede il pensionamento ma solo quando si ha a che fare con riscatti della posizione come, ad esempio, la morte dell’assicurato, la sua invalidità permanente tale da comportare una riduzione dell’attività lavorativa. In tali casi, si ha la possibilità di ricevere in anticipo i contributi precedentemente versati.

Fondo Pensione alleata previdenza, opinioni e se conviene

Oltre all’opzione Alleata Garantita vi è anche l’opzione Alleata Bilanciata che, in buona sostanza, si appoggi ad un fondo assicurativo interno. Il profilo di rischio di tale alternativa è medio-basso ma è senza alcun dubbio più alto il rendimento, rispetto a quello dell’Alleata Garantita. Infine la terza tipologia per investire i contributi è Alleata Azionaria? In tal caso, si ha a che fare con un profilo di rischio cosiddetto medio ed è consigliata a coloro che vogliono un contratto con una durata maggiore di 10 anni e nn hanno necessità di svincolare i soldi troppo presto. Infine, vi è anche l’opzione Alleata Previdenza che permette di attivare l’opzione Investment Planning. Essa è un piano di investimento cosiddetto programmato che consente di organizzare i contributi versati sulla base degli obiettivi che si vogliono raggiungere e tenendo conto dell’orizzonte temporale scelto, come segue:

  • Dall’adesione fino a 50 anni di età -> Alleata Azionaria
  • Dai 50 ai 59 anni di età -> Alleata Bilanciata
  • Dopo i 60 anni di età e fino alla pensione -> Alleata Garantita.

Insomma, a questo punto, i fondi pensione di Alleata previdenza non hanno più segreti e sono disponibili per venire incontro a qualsiasi tipo di esigenz, per questo la nostra opinione è sicuramente positiva. Vi ricordiamo come sempre di leggere attentamente il contratto in tutti i suoi punti prima di sottoscrivre o aderire al fondo. Ora non vi resta che scegliere quello che fa al caso vostro e recarvi presso l’agenzia più vicina.

Condividi l'articolo o lascia un mi piace!
  • 4
    Shares

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.