Fondi comuni di investimento, i migliori e che cosa sono

Oggi si sente sempre più il bisogno di riuscire a trovare una forma di investimento sicura per i propri risparmi e che consenta anche di farli fruttare nel tempo. I fondi comuni di investimento sono una di queste, e tra le forme di investimento più semplici e che garantiscono la tutela del capitale i fondi comuni di investimentosono ideali anche per chi non ha grandi somme da investire. La sicurezza di tali fondi è data dal fatto che investendo su un cospicuo numero di titoli, anche se qualcuna delle società scelte dovesse fallire, il danno economico per il risparmiatore è limitato e il rischio corso è quasi zero. Per maggiori approfondimenti, dopo aver letto il seguente articolo potete passare ad alcuni utili manuali sui fondi.

Cosa sono i fondi comuni di investimento

I fondi comuni di investimento sono strumenti finanziari che consentono di investire nei mercati capitali frazionando il rischio. Essi possono essere più precisamente definiti prodotti finanziari, attraverso i quali gli investitori hanno la facoltà di acquistare una quota del patrimonio collettivo diversificando i propri capitali tra vari mercati. I fondi comuni di investimento, inoltre, possono essere Aperti o Chiusi.

I primi sono a capitale variabile ed il risparmiatore è libero di scegliere il momento più opportuno per acquistare o vendere. Nel caso di fondi aperti, il valore del singolo patrimonio viene calcolato su base giornaliera e tiene conto sia dei prezzi dei mercati di tutto il portafoglio che del numero di quote esistente in un determinato giorno.A loro volta questo tipo di fondi di investimento aperti si suddividono in:

  • Armonizzati
  • Non armonizzati

I fondi aperti armonizzati rispettano le direttive comunitarie n.611/85 e 220/88, mentre i non armonizzati sono liberi di investire al meglio il patrimonio (fondi speculativi).Invece i fondi chiusi sono a capitale fisso e chiunque li sceglie deve sapere che può sottoscrivere la propria quota nel momento in cui il fondo viene istituito, ma riscattarla solo quando esso scade. Un esempio di fondi di investimento chiusi sono quelli immobiliari, in cui il patrimonio viene investito in beni immobili, partecipazioni in società immobiliari e cose simili.

Potrebbe interessarti anche:

Come funzionano i fondi comuni di investimento

I fondi comuni di investimento consentono ai risparmiatori di acquistare le quote (del fondo) e di partecipare ai profitti ed alle perdite dello stesso, in funzione della somma investita. La gestione del patrimonio è affidato alle SGR (Società di Gestione del Risparmio), che lo avviano, lo regolano e lo gestiscono. I titoli dei fondi vengono depositati in una banca depositaria che effettua funzione di verifica della correttezza e legittimità di tutte le attività svolte. In genere i fondi comuni di investimento più utilizzati sono:

  • Fondi azionari, tendenzialmente più rischiosi ma che garantiscono maggiori guadagni e che investono minimo il 70% in azioni od obbligazioni convertibili
  • Fondi obbligazionari, più sicuri e meno vantaggiosi in termini di guadagno, che investono principalmente in titoli di Stato ed obbligazioni ordinarie
  • Fondi bilanciati che prevedono prestazioni e profili di rischio intermedi ed investono in azioni per importi minimi pari al 10% e massimo fino al 90% del portafoglio.

Sui fondi comuni di investimento, infine, vigilano la Consob, addetta al controllo dell’attività delle SGR e dei soggetti che collocano i prodotti e la Banca d’Italia, addetta alla vigilanza dell’operato delle Banche depositarie e che approva il Regolamento di Gestione dei fondi stessi e per questo motivo sono certamente una forma di risparmio tutelata e abbastanza sicura Per ulteriori informazioni vi consigliamo questo manualebuona lettura!

Condividi l'articolo o lascia un mi piace!

Potrebbero interessarti anche...