Diventare agente immobiliare: quanto si guadagna, requisiti e come aprire un’agenzia, la GUIDA

Vi siete sempre chiesti come diventare agente immobiliare? Come poterlo fare e come aprire un agenzia immobiliare? Bene questo articolo fa al caso vostro. Prima di parlare di tutto ciò però, è doverosa una premessa che riguarda la mediazione, e che vi aiuterà a capire meglio cosa fa l’agente immobiliare e quale sia il suo lavoro. La mediazione è, senza alcun dubbio, una delle attività più importanti per il commercio. Ma cosa si intende con precisione quando si fa riferimento al concetto di mediazione? La mediazione è una pratica messa a punto da soggetti preposti ed è necessaria per agevolare gli scambi di beni e di servizi. In buona sostanza, il mediatore ha il compito di aiutare le persone ad acquistare o vendere qualcosa. Il mediatore, pertanto, può essere parificato ad un imprenditore. Addirittura, il codice civile con l’art.1754 specifica che il mediatore è colui che agevola la relazione tra le parti per concludere un affare. A tali persone, il mediatore non è legato da alcun tipo di collaborazione.

Come diventare Agente immobiliare?

A questo punto, è necessario tenere conto del fatto che per diventare agente immobiliare è necessario seguire un iter specifico in occasione del quale vengono presi in esame i requisiti previsti dalla legge. Per diventare agente immobiliare è necessario: essere cittadini italiani o europei o avere la residenza in Italia, godere dei diritti civili, vivere nella provincia della Camera di Commercio in cui si chiede l’iscrizione, essere in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore di secondo grado e di qualsiasi indirizzo. Inoltre, è obbligatorio non essere interdetti, inabilitati, falliti, condannati per delitti contro la pubblica amministrazione, l’economia pubblica, l’industria e il commercio, o per i delitti di omicidio volontario, furto, rapina, estorsione, truffa, appropriazione indebita, ricettazione e per ogni reato punito con la reclusione non inferiore nel minimo a due anni e nel massimo a cinque anni, non essere stato sottoposto a normative antimafia, non essere assoggettato a sanzioni amministrative accessorie di cui all’art. 5 della legge 507/1999.

Tutti i requisiti per diventare agente immobiliare

Per svolgere la professione di agente immobiliare è necessario aver frequentato uno specifico corso di formazione ed aver sostenuto e superato un esame. Le prove da sostenere sono sia scritte che orali. Le prove scritte vertono su materie di carattere giuridico e su materie tecniche. Tutti coloro che vogliono esercitare la professione di agenti immobiliari devono iscriversi alla Camera di Commercio del luogo in cui sono residente ma possono lavorare su tutto il territorio nazionale. In ogni caso, nell’eventualità in cui decidano di variare la propria residenza sarà necessario darne comunicazione entro 90 giorni dal trasferimento. Vi sono, poi, attività che per legge sono incompatibili con quella di agente immobiliare. In ogni caso, non è possibile impedire all’agente immobiliare di svolgere le attività collegate all’attività di mediatore. Ci sono, pertanto, posizioni che non costituiscono incompatibilità. Gli agenti immobiliari, infatti, possono essere iscritti al Registro delle Imprese, all’albo dei Periti e degli Esperti della Camera di Commercio, all’Albo dei consulenti tecnici del giudice, possono essere mediatori creditizi, possono esercitare una o tutte le attività di mediazione che il ruolo prevede e possono esercitare un’ attività d’impresa collaterale (ad esempio: amministratore di condominio, consulente immobiliare, perito immobiliare).

Come aprire un Agenzie immobiliari: le società

Per quanto riguarda le società, l’iscrizione deve essere effettuata presso la Camera di Commercio della provincia in cui ha sede la società. Tutto dovrà fare riferimento al rappresentante legale della società o al preposto. Le società di capitali vengono iscritte attraverso il rappresentante legale. Le società di persone, invece, sono iscritte attraverso i soci amministratori o i soci accomandatari. Il rappresentante legale della società deve per legge iscriversi al Ruolo a titolo esclusivamente personale. Ogni altro individuo autorizzato ad agire per la società deve essere comunque iscritto. Per facilitare l’apertura di un agenzia immobiliare, potreste anche decidere di aprire questa attività in franchising, in modo da non necessitare di un elevato capitale e in modo da avere qualcuno che vi aiuti in tutti i passaggi burocratici necessari.

Quanto guadagna un agente immobiliare?

Dopo tanta fatica per diventare agente immobiliare quanto si guadagna? Questa domanda ci è stata posta diverse volte, ma ovviamente non è facile rispondere. I guadagni infatti raramente saranno uno stipendio fisso e spesso dipendono dalle capacità imprenditoriali del singolo. In Italia lavorando non in proprio ma sotto agenzia, spesso si prende un fisso (intorno ai 500-700 euro) più una percentuale sulle provvigioni da loro prodotte.  Insomma, a questo punto, se davvero volete diventare degli agenti immobiliari, non vi resta che avviare la vostra attività.

Condividi l'articolo o lascia un mi piace!
  • 2
    Shares

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.