Conviene investire in rame?

Conviene investire in rame? Il rame, come tutte le materie prime, esercita un fascino enorme sui trader italiani. Ma come investire in rame? Scopriamolo in questo post.
Prima di dire se investire in rame conviene o meno è necessario dare alcune informazioni su questo metallo. Il rame appartiene a quella categorie di metalli negoziabili in Borsa e definiti non preziosi. E’ considerato uno tra i metalli con la più spiccata caratteristica di conduttore elettrico e termico, ed è utilizzato per la creazione di diverse leghe. Già da queste prime affermazioni si intuisce che quando si decide di investire sul rame, si decide di negoziare un metallo il cui prezzo dipende da moltissimi fattori, e partanto è un titolo la cui volatilità è abbastanza elevata. Inoltre essendo un metallo quotato nei mercati finanziari, il valore del rame varia continuamente perché dipende dall’andamento della LME, London Metal Exchange.

Come investire in rame?

Se abbiamo deciso che investire in rame fa per noi, bisogna analizzare con quali strumenti sia possibile farlo. Dunque, la domanda a cui cercheremo di dare risposta in questo paragrafo è “Come investire in rame?”.
Essenzialmente esistono diverse modalità per investire in rame. In questo post decidiamo di escludere a priori la detenzione fisica in quanto crediamo che la maggioranza dei lettori non abbia lo spazio per detenere tonnellate di questo metallo.
E’ possibile investire in rame con gli ETF sulle materie prime, ETC sul rame, investire acquistando azioni di aziende che estraggono o lavorano il metallo oppure attraverso i features ed i CFD. Ovviamente, tutti questi strumenti hanno diversi vantaggi e svantaggi, e sarà solo la bravura e l’esperienza del trader a scegliere lo strumento migliore per investire in rame.

Consigli per investire in rame

Spiegato come cinvestire in rame, e con quali strumenti, daremo alcuni consigli per farlo al meglio. Conviene investire in rame solo quando avremo capito il funzionamento di alcuni indicatori tra i quali troviamo le scorte, i titoli delle aziende estrattrici e lavoratrici del rame, il rapporto domanda e offerta, lo statoto sociale e politico delle zone di produzione. Suggeriamo sempre di privilegiare i dati cinesi, in quanto la Cina è il maggior consumatore di rame al mondo ed offre i dati migliori per scegliere come e quando investire in rame.

Conviene investire in rame?

Rispondere a questa domanda è alquanto complesso. Ad oggi il rame è in ripresa dopo un gran tonfo e quindi ci sono ampie prospettive di crescita soprattutto se ci sarà la tanto agognata ripresa globale. Tuttavia, investire in rame significa anche negoziare uno strumento molto volatile e che quindi seguirà a fare repentine inversioni di tendenza nel breve periodo. Ogni trader dovrà valutare se conviene investire in rame secondo le proprie esigenze ed i propri sistemi di trading e di gestione del capitale.

Condividi l'articolo o lascia un mi piace!

Potrebbero interessarti anche...