Come ricaricare la PostePay?

Ricaricare la carta PostePay, ormai da anni, è un’operazione molto comune per gli affezionati del Gruppo Poste Italiane. In questo post scopriremo come ricaricare la PostePay, con diverse modalità.
In generale, quando pensiamo a come ricaricare la PostePay immaginiamo lunghe code allo sportello, caos, folla. In realtà è possibile ricaricare la carta con ben quattro modalità differenti: ricarica dallo sportello, ricarica dal web, ricarica presso i circuiti Sisal, e ricarica presso gli sportelli PosteMat. Possiamo dire con serenità che tutte le modalità per ricaricare la PostePay sono sicure, efficienti ed a costi ridotti. Tuttavia, ognuno di questi metodi per ricaricare la carta PostePay presenta vantaggi e svantaggi.

Come ricaricare la PostePay dallo sportello

Ricaricare la PostePay presso gli sportelli degli Uffici Postali è quanto di più semplice esista. Infatti, basterà munirsi di codice fiscale, carta di identità, numero della carta PostePay da ricaricare e nome dell’intestatario della carta. Ovviamente non dimenticate l’importo da ricaricare ed un euro da aggiungere all’importo come commissione di Poste Italiane. Una volta giunti nell’Ufficio Postale, richiederete un modulo per ricaricare la PostePay, e lo compilerete con i vostri dati, si tratta davvero di pochissimi campi e basta un minuto per concludere l’operazione. Fatto questo, arrivati allo sportello basterà dare l’importo e l’euro di commissione all’addetto, accompagnato dal modulo che avete compilato. Operazione conclusa.

Come ricaricare la PostePay dal web

Se non avete voglia di attendere qualche minuto in fila per ricaricare la PostePay, è possibile compiere questa operazione sul web, in tutta sicurezza, e direttamente dal sito di Poste Italiane. La prima cosa che dovete fare è creare un account sul sito di Poste Italiane, ed ovviamente avere un conto corrente presso Poste Italiane. Fatto questo sarà sufficiente ciccare sul link Accedi ai servizi PostePay e poi cliccare sulla voce Ricarica Carta. Successivamente, per ricaricare la PostePay sarà necessario indicare il numero del vostro conto corrente e confermare la transazione con il compimento delle operazioni per la sicurezza. Anche in questo caso il costo della commissione  è solo di 1 euro.

Come ricaricare la PostePay presso i circuiti Sisal

Non volete fare file e non volete utilizzare internet? Poco male. Infatti è possibile ricaricare la carta PostePay recandosi presso uno dei tantissimi punti Sisal. In questo caso la praticità e la sicurezza di questo metodo presentano uno svantaggio. Purtroppo lo svantaggio è che non si possono ricaricare somme superiori ai 1000 euro e che la commissione in questo caso è di 2 euro. Nulla di impegnativo per quanto riguarda i due euro, ma il limite di 1000 euro può essere invalidante.

Come ricaricare la PostePay presso i PosteMat

Ultima opzione per ricaricare la PostePay in tutta sicurezza e con estrema praticità è recarsi presso uno dei tantissimi PosteMat distribuiti in tutta Italia. Infatti, è possibile depositare le proprie somme una volta inserita la propria carta. Si tratta di un’operazione semplicissima, anche se probabilmente è la modalità meno diffuso per ricaricare la PostePay.
Con questo metodo abbiamo discusso di tutte le possibilità. Ma come ricaricare la PostePay con il cellulare?
Bene, è possibile caricare la carta PostePay utilizzando uno smartphone. Basterà possedere un dispositivo con sistema Android o IOS, scaricare l’App denominata PostePay ed eseguire la transazione.

Condividi l'articolo o lascia un mi piace!

Potrebbero interessarti anche...