Chiedere cessione del quinto sulla pensione di reversibilità

Diciamolo subito: chiedere la cessione del quinto sulla pensione di reversibilità non solo è possibile ma è anche, relativamente, semplice ottenerla in virtù del fatto che la pensione è un trattamento dello stato che arriva ogni mese.

Prima, però, di cimentarci in questo mondo, è necessario fare un piccolo excursus proprio su questo aiuto che viene dato ad alcune categorie di cittadini.

Pensione di reversibilità: cos’è e quando spetta

La pensione di reversibilità è un aiuto per chi resta solo. Ecco cos’è e quando spetta

La pensione di reversibilità è un trasferimento o un’anticipazione del trattamento pensionistico in favore di un familiare, quando il beneficiario ‘diretto’ viene a mancare. La pensione di reversibilità può essere erogata a favore del coniuge defunto, dei figli se sono minorenni, inadatti al lavoro, a carico dei genitori e studenti universitari. A beneficiare della pensione di reversibilità possono essere anche i nipoti, se erano a carico dei nonni, e il coniuge separato se, all’atto della separazione o del divorzio il giudice aveva prestito il cosiddetto ‘assegno di mantenimento’ mensile.

È possibile, infine, ottenere la pensione di reversibilità anche se il defunto non aveva ancora raggiunto pensionabile, a patto di rispettare alcuni criteri tra cui 780 contributi settimanali prima del decreto legislativo 503/92 e 260 contributi settimanali di cui, però, almeno 156 dovranno esserci stati nei cinque anni prima del decesso.

Quando posso chiedere la cessione del quinto sulla pensione di reversibilità?

Chiedere la cessione del quinto sulla pensione di reversibilità è possibile, ma solo ad alcune condizioni. Ecco quali

Una volta chiarito che è possibile richiedere la cessione del quinto sulla pensione di reversibilità, c’è da capire quando è possibile chiederla. Innanzitutto, il primo criterio per poter ottenere la cessione del quinto è che la pensione di reversibilità sia superiore alla pensione minima che viene erogata dallo Stato per garantire una vita dignitosa a chi non ha più l’età per lavorare.

Inoltre, c’è un’età massima che non bisogna superare che, generalmente, è sui 75 anni. Un aspetto molto interessante è anche il fatto di poter ottenere la cessione del quinto sulla pensione di reversibilità anche se in passato si è stati cattivi pagatori. Va da sé che è una possibilità, non certo una certezza, ma ciò è dovuto proprio al fatto che la pensione è praticamente una garanzia di sicurezza per l’ente erogatore e per il richiedente.

Considera, però, che potresti trovare difficoltà qualora dovessi essere un cointestatario della pensione di reversibilità. Praticamente, è quasi impossibile ottenere la cessione del quinto in casi del genere o, comunque, non è così semplice come potrebbe essere in situazioni diverse.

Ricorda che, comunque, non puoi chiedere la cessione del quinto sulla pensione di reversibilità per un periodo che supera i 10 anni. Puoi, d’altro lato, però, saldare tutta la quota in maniera anticipata e ottenere il rimborso della cessione del quinto. Nel prossimo e ultimo paragrafo capiremo come funziona.

Come funziona questo rimborso della cessione del quinto?

Ci sono alcuni passaggi da fare per il rimborso sulla cessione del quinto

Quando chiedi la cessione del quinto sulla pensione di reversibilità e riesci a saldare tutto in anticipo, hai diritto a un rimborso sulle spese accessorie che avresti dovuto sostenere qualora avessi continuato a pagare le rate regolarmente. Facciamo un esempio per comprendere meglio il tutto.

Se tu, ad esempio, hai chiesto una cessione del quinto per 100 mensilità e alla cinquantesima decidi di erogare completamente tutta la cifra, hai diritto al rimborso delle commissioni finanziarie e accessorie per il periodo restante. Se la cifra ammonta a 1000, tu avrai diritto a un rimborso di 500.

Per estinguere la cessione del quinto sulla pensione di reversibilità, devono, però, concorrere alcune condizioni tra cui il fatto di aver saldato almeno il 40% dell’intero importo che hai chiesto e se hai un contratto di 5 anni puoi rinnovare la cessione del quinto solo per una durata di 10 anni.

Queste, però, sono le condizioni più o meno generali, però va da sé che ogni istituto di credito possa, sempre nei limiti della legge, proporti delle condizioni più o meno vantaggiose che poi dovrai essere tu in grado di valutare la convenienza e la possibilità.

Condividi l'articolo o lascia un mi piace!

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.