Aprire partita iva a Malta conviene? Opinioni

Aprire partita iva a Malta conviene? Questo è l’interrogativo principale che interessa chiunque voglia mettersi in proprio, cambiare Stato e cercare un paese dove vivere senza lo stress pesante delle innumerevoli tasse da pagare. Ma aprire a Malta, senza commettere il reato di esterovestizione, è anche una soluzione che permette a molti imprenditori di risparmiare sul salasso che lo Stato Italiano ogni anno propone ai propri imprenditori. Quindi, scopriamo se aprire partita iva a Malta conviene. Malta rappresenta uno dei Paesi dove vivere con maggior facilità dal punto di vista fiscale, tutto il sistema burocratico è meno complicato rispetto a quello italiano, per cui sono in aumento, le persone che intendono spostarsi in altro Paese, nello specifico a Malta, per vivere meglio sotto ogni aspetto. Il clima è favorevole, è un Paese tranquillo, ci sono bei posti da vedere e ottime possibilità di divertimento. A Malta si può vivere bene sia lavorando da dipendente o da lavoratore autonomo, la tassazione non opprime il futuro imprenditore, anche le entrate derivanti dall’esercizio dell’attività non saranno soggette a trattenute importanti e di valore, permettendo al lavoratore indipendente di svolgere la sua attività tranquillamente, pagando quanto dovuto senza preoccupazioni e angosce legate al pagamento delle tasse. Dopo questo quadro abbastanza generalista, scopriamo come fare per aprire la partita iva su quest’isola.

Come aprire partita iva a Malta? Come funziona il sistema fiscale?

Grazie al funzionamento del sistema fiscale aprire partita iva a Malta può esser convienente, poichè presenta diversi punti a favore del soggetto che intende svolgere la sua attività nel paese maltese. Nel regime fiscale maltese l’aliquota dell’IVA è del 18%; i lavoratori autonomi versano le tasse in base alle aliquote imposte dal sistema collegate al reddito dichiarato dallo stesso lavoratore. Il pagamento avviene a rate annuali, la prima si versa nel mese di aprile, la seconda è prevista per agosto e un’altra alla fine dell’anno, col sopraggiungere del mese di dicembre. Inoltre è previsto il pagamento a saldo previsto entro il 30 giugno dell’anno successivo; è prevista anche una quota con taglio percentuale del 15% alla Social Security.

Le tasse da pagare per aprire P. IVA a Malta

Aprire partita iva a Malta conviene nonostante l’ammontare delle tasse sia legato non solo al reddito, ma anche alla residenza dello stesso soggetto d’imposta; gli individui che non hanno la residenza a Malta, dovranno pagare le tasse relative a quanto prodotto nel suddetto paese. Inoltre vi sono altre considerazioni positive che interessano il sistema fiscale maltese; l’aliquota d’imposta per le società è del 35% e ancora non vi è alcuna trattenuta fiscale, nessuna tassa patrimoniale, come anche non sussiste alcuna imposta di proprietà. Insomma, Malta è un paradisco fiscale in cui conviene aprire partita iva.

Aprire partita iva a Malta, considerazioni

In molti affermano che aprire partita iva a Malta può esser conveniente anche non trasferendosi nell’isola e continuando a risiedere nel territorio italiano. In effetti, è possibile operare in questo senso a patto che le attività dell’azienda siano svolte non solo sul territorio maltese e non solo sul territorio italiano. Insomma, aprire partita iva a Malta restando in Italia conviene solo a coloro che svolgono attività online, pena il reato di esterovestizione. Ci sono diversi motivi che spingono al trasferimento sia lavorativo e residenziale in questo paese, come sempre quando si devono prendere questo genere di decisioni, è bene valutare nel dettaglio tutti gli aspetti e prendere tutte le informazioni, chiedendo presso gli uffici di competenza del luogo. Tuttavia come detto, prima di fare un passo importante, potete rimanere a Malta per tre mesi come turisti, poiché avrete altre tre mesi di tempi come proroga di questo status, durante i quali potrete trovare un lavoro o se volete aprire partita iva, aver completato tutta la vostra ricerca sull’argomento.

Condividi l'articolo o lascia un mi piace!
  • 6
    Shares

Potrebbero interessarti anche...