Riscaldamento a soffitto: ecco come funziona, quanto costa e quali sono i vantaggi

Il sistema di riscaldamento a soffitto è un sistema che consente di propagare il calore dall’alto verso il basso: si tratta di un sistema “contro natura” dato che il calore tende a salire e non a scendere. Eppure, un sistema a soffitto è uno dei migliori sistemi di riscaldamento che consente di distribuire il calore in maniera ottimale all’interno di un’abitazione, di un ufficio e di un fabbricato. Si tratta di un sistema di riscaldamento radiante dato che è un’installazione che permette di scaldare un’elevatissima percentuale di spazio dell’immobile o del fabbricato, nonostante i tubi per il riscaldamento siano localizzati sul soffitto.

Come funziona questo sistema di riscaldamento a soffitto? Quali sono i vantaggi ascrivibile e quanto costa? Prima di optare per un sistema di riscaldamento del genere occorre sempre valutare i potenziali benefici derivanti in rapporto ai costi sostenuti o sostenibili nel tempo.

Come funziona il sistema di riscaldamento a soffitto?

Prima di addentrarci in questo tipo di riscaldamento vi ricordiamo che potete leggere anche i nostri articolo sul riscaldamento a battiscopa e sul riscaldamento a raggi infrarossi. Infine vi ricordiamo anche che una valida alternativa potrebbero essere i pannelli solari trasparenti per produrre energia e risparmiare! Ma ora non perdiamo tempo e iniziamo a parlare del riscaldamento a soffitto!

Il sistema di riscaldamento a soffitto si basa sull’installazione di tubi, ovviamente sul soffitto della stanza da riscaldare e viene ricoperto e “celato” completamente con il contro soffitto. In buon sostanza, i tubi che costituiscono questo impianto di riscaldamento sarebbero da un punto di vista estetico poco decorativi, per questo si suole utilizzare del materiale come il cartongesso per coprirli.  Inoltre, l’utilizzo del cartongesso aiuta ad ottimizzare la conduzione del calore dall’alto del soffitto verso il basso, propagandolo in maniera graduale e continua verso l’intera stanza da riscaldare.

Oltre a questo sistema tradizionale di riscaldamento a soffitto, si può optare per l’installazione dei tubi anche sulle pareti superiori dell’immobile o del fabbricato da riscaldare e può essere lasciato “vista” senza alcuna copertura o con un leggero strato di intonaco colorato. Ovviamente, il tutto è da studiare con un progettista dato che il tutto deve essere opportunamente omogeneizzato e coordinato dal punto di vista funzionale, ma anche di impatto estetico.

Il funzionamento del riscaldamento a soffitto richiede l’installazione di un circuito idraulico: i tubi attraversati dall’acqua calda alimentano direttamente i pannelli radianti installati nel contro soffitto. In questo modo è garantita la propagazione del calore in tutti gli ambienti grazie allo sfruttamento del principio dello “scambio di irraggiamento tra superfici calde e fredde”.

Grazie a questo principio una superficie più fredda si riscalda grazie alla temperatura di una superficie calda ed il calore catturato viene ceduto tramite radiazione termica. Ben si comprende come il calore generato dai tubi ubicati sul contro soffitto si distribuisca in modo continuo ed omogeneo verso il basso, venendo a riscaldare tutto l’ambiente

Riscaldamento a soffitto: per quali ambienti è adatto?

Il riscaldamento a soffitto può essere installato senza problemi di adattamento in ogni locale e in ogni edificio; non richiede particolari interventi di ristrutturazione edilizia e neppure speciali incassi dei tubi, inoltre non occorre demolire l’immobile o il fabbricato. Ovviamente un sistema di riscaldamento del genere è adatto per tutti quegli immobili, fabbricati ed uffici che hanno le pareti non troppo alte altrimenti l’eccessiva distanza dal pavimento al soffitto annichilisce la propagazione e la diffusione del calore.

Dunque, è consigliabile installare ed optare per un sistema di riscaldamento a soffitto solo se le stanze hanno pareti di altezza che varia dai 3 ai 5 metri, oltre queste misure si sconsiglia di installare tubi sul contro soffitto. Oltre ai diversi vantaggi che si possono sfruttare, non vi sono punti di debolezza derivanti dall’installazione dei tubi per la circolazione dell’acqua: l’importante è saper omogeneizzare l’estetica con la funzionalità.

Vantaggi del sistema a riscaldamento a soffitto

Grazie a questo sistema a soffitto la diffusione del calore è omogenea e consente di propagare il calore senza sbalzi di temperatura; inoltre, i pannelli radianti sono pre-assemblati e non richiedono particolari opere di ristrutturazione, non sono ingombranti e presentano elevate doti di modularità. Lo scambio termico consente di ridurre il problema di insorgenza del fattore di umidità e di eliminare colonie di batteri, muffe e cattivi odori.

Quanto costa un sistema di riscaldamento a soffitto?

Infine prima di lasciarvi vediamo un argomento molto importante: I costi per realizzare un riscaldamento a soffitto sono poco onerosi e richiedono una spesa che si aggira tra i 70/80 euro a mq per i tubi, a cui si debbono aggiungere i costi d’installazione, di manodopera e di ogni altro materiale aggiuntivo (come il cartongesso per il contro soffitto) per un ammontare totale che varia dai 200 ai 250 euro a mq.

Condividi l'articolo o lascia un mi piace!
  • 1
    Share

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.