Postepay Evolution 2017: costi, opinioni e ricarica, conviene o no?

Tutto quello che c’è da sapere sulla PostePay Evolution: costi, come si ricarica e le opinioni su questa carta. Ormai, oltre alle classiche carte ricaricabili offerte oltre che da Poste Italiane (Postpay) anche dagli istituti bancari, sono presenti sul mercato le cosiddette carte conto, ovvero, quelle con Iban che consentono di ricevere od inviare pagamenti e di effettuare altre operazioni previste dai normali conti correnti. Oltre alla sua Postepay, gli uffici postali italiani hanno lanciato da qualche tempo un nuovo prodotto che in parte prevede le funzioni appena descritte, oltre che un Iban: la Postepay Evolution. Vediamo quali sono i costi di gestione e di ricarica e le opinioni su questa carta.

Postepay Evolution: ricarica, opinioni e le caratteristiche

La Postepay Evolution è una carta prepagata ricaricabile con Iban che permette ai suoi possessori di usufruire di una serie di operazioni (accrediti, bonifici, pagamenti, etc.), tranne che di pagare tributi. Essa funziona sul circuito Mastercard, motivo per cui, pagamenti e prelievi sono accettati anche all’Estero, mentre l’importo massimo di ricarica in un anno è pari a 100 mila euro. Per ogni ricarica, invece, non è possibile superare i 15 mila euro e questo vale anche per i bonifici in uscita; il limite massimo di spesa è fissato a 3500 euro al giorno e 10 mila mensili presso tutti gli esercizi, eccetto che per Poste italiane dove il limite è fissato dalla disponibilità stessa della carta. Ti può interessare anche: Postepay scaduta: come rinnovarla e Come trasferire soldi da PostePay a BancoPosta?

PostePay Evolution: i costi

Vediamo ora quali sono i costi effettivi di attivazione ed utilizzo della nuova PostePay Evolution nel dettaglio, con l’elenco seguente di quanto si spende per attivarla, mantenerla e ricaricarla.

  • Canone annuo 10 euro
  • Emissione carta 5,00 euro
  • Plafond 30 mila euro
  • Commissioni per prelievo presso sportelli postali 1 euro
  • Commissioni per prelievo presso altri sportelli bancari in Italia ed all’Estero 2,00 euro
  • Costo ricarica presso uffici postali e postmat 1,00 euro
  • Costo bonifico Sepa:  1,00 euro eseguito da postepay.it e da App Postepay
  • Costo bonifico Sepa: 3,50 euro eseguito da ufficio postale

Costo Ricarica Postepay Evolution e come attivarla

La durata della vostra carta è di 5 anni, come qualunque carta di credito. Per ricaricarla il costo fisso è di 1 euro a ricarica sia dagli uffici postali, dagli sportelli ATM Postmat, in ricevitorie Sisal o se decidiate di ricaricarla online dal sito poste.it o postepay.it. Se decidete di attivare una Postepay Evolution basterà esser maggiorenni andare all’ufficio postale con un documento di identità valido. La carta viene rilasciata immediatamente ed è subito attiva ed utilizzabile. Non serve avere già un conto postale o altre carte delle poste. Vi ricordiamo infine tra i costi della Postepay Evolution che l’imposta di bollo è pari a 2 euro sul rendiconto se le transazioni annue superano i 77 euro.

Postepay Evolution di Poste Italiane: costi e opinioni finali, conviene?

I canali di ricarica per la PostePay Evolution sono quelli già noti per la classica Postepay, a cui si aggiungono i vari accrediti (pensione, stipendio, etc.). Per le ricariche da circuiti Mastercard, Visa, Visa Electron o Maestro (non postamat o postepay), i costi variano da 1 a 3 euro.  Questo prodotto offerto da Poste Italiane non è certo il massimo del risparmio per costi e le condizioni offerte e probabilmente altre carte ricaricabile con iban fra quelle proposte da altri istituti bancari sono migliori. Resta però la sicurezza delle poste dietro, e la possibilità di potersi rivolgere allo sportello delle poste (sono oltre 14mila in italia) anche se siete in piccoli centri sprovvisti magari di altri istituti bancari.

Postepay evolution e paragoni con le altre carte, costi troppo alti?

Postepay Evolution
Se paragoniamo la PostePay Evolution al db conto carta proposto da Deutshe Bank, ad esempio, saltano all’occhio i costi più che ridotti di quest’ultima e la molteplicità di servizi in più offerti. La nuova carta prepagata postale, in effetti, ha poco di evolutivo rispetto alla gialla PostePay che in tantissimi ormai utilizzano principalmente per effettuare acquisti online e che forse rimane la soluzione migliore per chi vuole qualcosa delle  Poste Italiane.

Un’altra alternativa molto valida potrebbe essere la You and Eni, carta prepagata che consente anche di raccogliere punti e premi. Oppure ancora l’ottima Viabuy di Mastercard che resta probabilmente una delle migliori scelte sul mercato al momentoVoi cosa ne pensate? Fatecelo sapere nei commenti sottostanti e diteci la vostra e iscrivetevi alla newsletter in basso!

Condividi l'articolo o lascia un mi piace!

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.