Investire in Obbligazioni nel 2018 conviene? Ecco la verità e rendimenti

Una cosa è certa: investire in obbligazioni è la scelta preferita dai risparmiatori. Ma come fare per non sbagliare e, soprattutto, per avere sempre la situazione sotto controllo? Per prima cosa è necessario conoscere bene il mercato di riferimento ed approfondire con particolare scrupolosità alcuni argomenti molto interessanti. In questo articolo cercheremo di fornirvi qualche utile consiglio da mettere in pratica prima di avventurarvi in ogni genere di investimento.

Ma quali sono i bond bancari migliori? E per quanto riguarda i corporate a breve e media scadenza? In questo periodo, i mercati sono particolarmente volatili. La congiuntura economica, infatti, non agevola un processo di stabilizzazione e, dunque, ogni genere di investimento è da valutare con particolare scrupolosità. In ogni caso, è bene precisare che non esistono investimenti sicuri in assoluto. Ogni investimento, infatti, prevede un minimo di rischio.

Investire in obbligazioni conviene nel 2018? Qualche consiglio utile

Nel 2017, le borse hanno aperto in forte ribasso a causa di una serie di variabili legate ad un contesto socio-economico complesso ed articolato. Per quanto riguarda il mercato delle obbligazioni, invece, pare che la situazione sia molto più tranquilla. Senza alcun dubbio, a livello internazionale non mancano affatto le eccezioni tra cui, ad esempio, vi è il Venezuela. I segnali, comunque, sono a dir poco contrastanti. Il settore delle obbligazioni cosiddette high yield, ad esempio, ha subito qualche colpo di assestamento ma, tutto sommato, ha risposto molto bene alle oscillazioni.

I bond governativi europei, poi, sono stabili ma, comunque, al minimo. Per quanto riguarda i Bund decennali tedeschi, la situazione è pressoché la medesima: sono ai minimi da circa sei mesi anche se nell’ultimo periodo pare esserci quale segno di lieve ripresa. Ma passiamo all’Italia. Il bond CDP con scadenza 2022 sale nei controvalori giornalieri. Ovviamente, ad agevolare tale ascesa è il quantitative easing della BCE. A questo punto è lecito interrogarsi in merito alle obbligazioni sicure con scadenze brevi e medie su cui investire? Una cosa da tenere a mente è che più il rischio è basso e più lo sono anche i rendimenti. Per ridurre i rischi, però, sarebbe utile prendere in considerazione l’opzione in obbligazioni con gli EFT obbligazionari in modo tale da ridurre le difficoltà di gestione e, soprattutto, i rischi.

I vantaggi di investire in obbligazioni nel 2018 e rendimenti

Investire in obbligazioni è molto vantaggioso, nonostante i rischi. Tra i numerosi vantaggi c’è da citare, ad esempio, il rimborso del valore nominale dei titoli alla scadenza. Da non dimenticare è, poi, il rendimento indicizzato secondo l’andamento dei tassi d’interesse. Gli investimenti nelle obbligazioni finanziarie sono ottimi e consentono anche di fare previsioni a medio e, soprattutto, a lungo termine. Le obbligazioni sono più sicure delle azioni perché agli azionisti viene attribuito un diritto al dividendo subordinato, ovviamente, alla realizzazione di utili.

Con le obbligazioni, invece, vi è un diritto al credito. Chi possiede obbligazioni finanziarie è più affidabile sotto il profilo creditizio. Investire in obbligazioni, proprio per questo motivo, potrebbe essere considerato molto più sicuro. Tra i rischi di cui tenere conto vi è, ad esempio, la solidità patrimoniale del soggetto emittente e, dunque, la capacità di riuscire ad onorare gli impegni finanziari. A questo punto, risulta essere piuttosto chiaro che, nonostante le difficoltà attuali del mercato, investire in obbligazioni nel 2018 è piuttosto sicuro oltre che redditizio.

Conclusioni sulle obbligazioni e se conviene

Ciò che si raccomanda, però, è la massima cautela al momento dell’investimento. Anche le obbligazioni, infatti, come ogni altro genere di investimento, comportano dei rischi e, pertanto, è fondamentale confrontarsi con professionisti del settore in grado di fornire informazioni specifiche e, soprattutto, validi consigli in materia. Prima di sottoscrivere un obbligazione, ricordatevi sempre di leggere tutti i documenti, e se avete dubbi consultate un esperto! Se l’articolo vi è stato utile potete lasciare un mi piace sulla nostra pagina facebook! Grazie.

Condividi l'articolo o lascia un mi piace!
  • 4
    Shares

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.