Incaglio bancario, cosa comporta e cos’è?

Cos’è l’incaglio bancario? E cosa comporta? L’incaglio bancario, sinonimo di “posizione ad incaglio”, è una situazione in cui la banca esprime richiesta di rientro dell’esposizione entro un termine negoziato con il cliente di solito 10 – 14 mesi. All’incaglio bancario, segue la sofferenza bancaria. Dunque, in breve possiamo dire che si parla di incaglio bancario quando il cliente si trova in una situazione di momentanea difficoltà economica che può essere uno scoperto di conto, rate arretrate, fidi con interessi che superano il totale affidato.

Cosa comporta l’incaglio bancario?

Cosa accade quando si incorre in incaglio bancario? Immediatamente dopo questa situazione , un funzionario della banca o il direttore stesso invierà con una comunicazione di rientrare nei tempi decisi dalla banca dalla posizione di incaglio. Il cliente, ovviamente, potrà rientrare tramite versamenti bancario e la situazione tornerà a breve alla normalità. In alcuni casi di l’ istituto di credito può, invece, intimare di rientrare immediatamente dello scoperto e in casi estremi la banca può anche procedere con la risoluzione del contratto. In pratica, e giusto per ripete con parole diverse, comporta una situazione definita, in gergo tecnico, di credit crunch, ovvero, la temporanea impossibilità per il cliente di accedere al credito: sostanzialmente i vari istituti, una volta venuti a conoscenza di questa situazione, non concederanno prestiti o affidamenti poiché il rischio di insolvenza è alto. Come accennato in precedenza, la posizione di incaglio precede la posizione di sofferenza bancaria, che preannuncia un recupero coattivo del credito da parte dello studio legale dell’ufficio bancario.

Come risolvere l’incaglio bancario? Cosa fare

Come uscire dalla posizione di incaglio bancario? E’ possibile negoziare con una transazione a saldo e stralcio, una volta sanata la posizione, come sempre, si avrà, dopo sessanta giorni dalla fine del mese in cui si è sanata la posizione, la cancellazione dalla Centrale Rischi. Generalmente, dopo la risoluzione, tra i dieci ed i quattordici mesi dopo, la situazione torna alla normalità. Ovviamente, se non si rientra dalla posizione di incaglio, l’istituto mettràe in sofferenza la posizione. In caso vogliate effettuare un preventivo senza impegno per un eventuale prestito, basterà accedere a questa pagina (Clicca qui) e compilare i pochi e semplici campi che vedrete. Se la guida vi è piaciuta lasciate un mi piace sulla nostra pagina facebook, vi aspettiamo!

Condividi l'articolo o lascia un mi piace!
  • 2
    Shares

You may also like...