Fideiussione bancaria, assicurativa, per affitti e omnibus: cos’è e come funziona

Una fideiussione è un negozio giuridico attraverso il quale un soggetto altrimenti detto fideiussore, si impegna a garantire un altro. Il fideiussore, in buona sostanza, si obbliga in prima persona nei confronti del creditore in riferimento ad uno specifico rapporto. Le tipologie di fideiussione sono molte. Esse possono essere assicurative, bancarie, possono essere stipulate per un contratto di locazione, per partecipare ad una gara d’appalto, per effettuare una permuta immobiliare, per un contratto di franchising. Di seguito, cercheremo di illustrare tutte le varie soluzioni fideiussorie nel tentativo di chiarire ai lettori tutte le sfumature di questo strumento, come ad esempio la fideiussione omnibus e quelle per affitti.

Fideiussione assicurativa e bancaria: ecco quali sono le differenze e come funziona

Cos’è una fideiussione bancaria? Per essere emessa gli istituti vincolano la totalità del capitale garantito. Le risorse, dunque, vengono immobilizzate o gli affidamenti vengono ridotti. L’istruttoria non è affatto breve e, tra l’altro, l’esito non è sempre certo. La fideiussione assicurativa invece consente di godere di una garanzia in varie situazioni tra cui, ad esempio, i contratti di locazione, l’ingresso di cittadini stranieri in Italia, la cauzione per una gara d’appalto, l’anticipazione del prezzo contrattuale. Di sicuro, nel caso della fideiussione bancaria, il creditore può dirsi assolutamente tutelato. La copertura del debito, infatti, è certa. D’altro canto, però, il debitore è costretto a fare i conti con capitali immobilizzati e, pertanto, non disponibili. Prima di scegliere la tipologia di fideiussione, quindi, è opportuno valutare con attenzione tutte le alternative a disposizione.

Fideiussione per affitti: come funziona e cos’è?

Una fideiussione bancaria per affitti è una particolare garanzia che viene scelta dai proprietari di immobili in affitto. Essa serve per assicurarsi una copertura nell’eventualità in cui il conduttore risulti insolvente. In tal caso, è necessaria la presenza di un terzo che può essere o una banca o, addirittura, una finanziaria. Il terzo ha il compito di sottoscrivere un contratto che dovrà essere allegato a quello di affitto. Questo secondo contratto garantisce il pagamento delle rate in caso di insolvenza. Al terzo spetta l’obbligo di mantenere i rapporti con il cosiddetto beneficiario fino alla scadenza del contratto di locazione. Ovviamente, la fideiussione scadrà al termine del contratto stessi. Nell’eventualità in cui le parti decidano di rinnovare il contratto, dovranno rinnovare anche la fideiussione. Essa può anche garantire per danni e/o eventuali spese legali da sostenere in caso di sfratto per morosità. A tale proposito, è importante tenere conto del fatto che la garanzia può coprire fino al capitale specificato nella polizza. In linea di massima, esso corrisponde a 3 o 6 o 12 mensilità. A questo punto, è opportuno fare presente che le fideiussioni assicurative, al contrario delle fideiussioni bancarie, offrono la possibilità di non vincolare tutto il capitale. Ciò non accade con le fideiussioni bancarie. Per richiedere questo tipo di fideiussione è necessario essere in possesso di una copia del contratto preliminare di locazione, di una dichiarazione dei redditi del contraente, di una copia della carta di identità in corso di validità, di una copia del codice fiscale e di una copia del certificato camerale per i contratti commerciali.

Fideiussione omnibus: cosa è e come funziona

Vediamo infine che cos’è e come funziona la fideiussione omnibus. Molto diffusa, la fideiussione omnibus è una garanzia cosiddetta personale che, dal momento in cui viene stipulata, obbliga il fideiussore e pagare non un singolo debito ma ogni debito di colui per il quale ha deciso di garantire. Senza alcun dubbio, si tratta di uno strumento molto impegnativo e, per tale ragione, si consiglia di intraprendere tale per corso solo in caso di estrema necessità. Ricordiamo che questo tipo di fideiussione sarà immediata e resterà valida sino alla completa estinzione di ogni e qualsiasi debito della debitrice principale. L’impegno, infatti, è davvero gravoso e riguarda sia il presente che il futuro, in relazione al rapporto con uno specifico creditore.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.