Cos’è l’RSI? Come utilizzarlo

Cos’è l’RSI? perchè è importante e come utilizzarlo nel trading? Cerchiamo di capirlo per comprendere come funziona. L’RSI è un indicatore utile a identificare il momento della ripartenza, adatto per vendere o comprare nel trading online. In pratica queso indicatore serve a misurare la velocità dei prezzi nel mercato, su questa oscillazione variabile da 0 a 100, i trader in azione devono cercare di capire come si evolverà il mercato nelle fasi successive.

Come si calcola l’RSI? Il suo calcolo è basato su una formula legata ai giorni di rialzo dei prezzi o di abbassamento degli stessi, se l’oscillatore ha un valore superiore a 70 punti, il trader può avere già una visione più chiara dell’andamento in quel momento, siamo nell’ipercomprato, se invece tale codice è sotto i 30 punti, siamo nella fase dell’ipervenduto. Vediamo di definire meglio l’RSI e quanto sia utile nel trading online. Per fare trading è importante visualizzare i grafici con tutto ciò che li interessa, le varie figure come triangoli, rettangoli e indicatori come l’RSI, i quali devono essere valutati e letti dal trader in azione, per individuare il momento migliore per comprare o vendere in borsa. Nel trading ci sono tanti termini inglesi come short, long, pullback, trend e tanti altri ancora, dei quali non sempre è facile assegnare una traduzione e capirne il significato. Se in questa valanga di parole inglesi stai cercando la tua risposta su cos’è l’RSI, questa è la sua definizione. La trascrizione inglese dice: relative strenght index, ossia indice di forza relativa. Tale indice si legge nei grafici visualizzabili nei broker, vanno studiati e valutati per capire, se e quando è il momento di agire, nello specifico vendere o comprare e o attendere la variazione definitiva del prezzo.

Cos’è l’RSI e quando si usa?

Cos’è l’RSI e quando si deve usare? La risposta arriva dalla definizione, ma anche dalla pratica e l’esperienza del trader, due aspetti sono importanti per comprendere il funzionamento del trading. La spiegazione su cos’è l’RSI, asserisce che questo indicatore, atto a evidenziare il momento rialzista o ribassista del mercato.
Quando ci si chiede cos’è l’RSI è importante ricordare che questo indicatore è anche chiamato oscillatore, poiché, osservando l’oscillazione dei suoi punti come sopra detto tra 0 e 100, si può capire quand’è il momento di vendere e o comprare. Nella linguistica del trading tali momenti si chiamano: ipercomprato e ipervenduto, come accennato sopra. La fase dell’ipercomprato in genere anticipa un momento di calo dei compratori nel mercato, quando l’azione di acquisto comincia a scendere; la seconda invece, l’ipervenduto, identifica un momento di arresto delle vendite. Questi cambiamenti sono decisivi per le azioni del trader, il quale dovrà capire quando avviene il pullback, dal quale si scatenerà una nuova ripartenza dei titoli.

Cos’è l’RSI  e qual è il momento giusto per agire?

Dopo aver capito cos’è l’RSI, sappiamo anche quando dovrebbe essere il momento utile per agire senza rischiare perdite e aumentare i guadagni derivanti dal trading. Questa fase è delicata nel trading online, carpire cos’è l’RSI serve per indovinare il momento favorevole per agire, parliamo d’intuizione professionale che si acquisisce con la pratica e la conoscenza del trading. Capire cos’è l’RSI e la sua funzionalità in questa fase è di vitale importanza, definito anche l’oscillatore, l’RSI si verifica nel momento esatto o quasi, in cui avviene il cambiamento del prezzo. Prima di agire è importante attendere che sia cominciata la ripartenza dei prezzi.

Ora sappiamo cos’è e come usare l’RSI.

Condividi l'articolo o lascia un mi piace!

You may also like...