Come aprire una stamperia digitale

Aprire una stamperia digitale richiede un importante impegno economico, per cui prima di avventurarsi in questo progetto, è bene prendere tutte le informazioni del caso, documentarsi su eventuali costi da sostenere, non solo dal punto di vista pratico di avvio dell’attività, ma anche per ciò che concerne la parte fiscale e delle tasse in generale.  Parliamo di un’attività che con l’avvento del digitale e del lavoro online, ha una concorrenza di rilievo da non sottovalutare, per cui bisogna essere pratici, esperti e ottimi professionisti nel settore.

Aprire una stamperia digitale, come funziona

Aprire una stamperia digitale richiede una formazione professionale, ricordiamo che bisogna iscriversi all’albo delle imprese artigiane per svolgere questo mestiere, anche se tuttavia, per aprire una stamperia digitale, non è necessario essere grafici patentati, ma è importante avere un approccio discreto con la grafica. Di norma sono i professionisti di grafica a lanciarsi in quest’attività perché è necessario avere una rilevante competenza in maniera, non si può decidere di aprire una stamperia digitale affidandosi alla passione e a qualche lavoro di grafica svolto con il computer. L’attività richiede specializzazione, formazione per il titolare e per eventuali collaboratori, anche se questi ultimi saranno sottoposti a praticantato, tutto deve essere comunque attestato; la documentazione  dovrà essere richiesta a un commercialista di fiducia in modo da avere chiaro l’intero progetto nella sua complessità.

La qualità da offrire ai clienti deve essere eccelsa, non si possono avere sfumature o peccare nella realizzazione dei lavori; le commissioni richieste di solito sono la stampa di brochure, volantini, biglietti da visita e simili. Si rivolgono a una stamperia persone non competenti nel settore che comunque esigono un’ottima qualità, tal volta i volantini o poster per citare alcuni esempi, devono essere ottimali e non presentare mai alcuna sbavatura o imperfezione se si vuole mantenere il cliente anche per lavori futuri e ricevere il pagamento per il lavoro svolto. Diventa fondamentale presentare le consegne al massimo della qualità, anche per avere un ritorno di clienti nel futuro.

Aprire una stamperia digitale, conviene e opinioni?

Aprire una stamperia digitale non sappiamo se conviene davvero, oggi come abbiamo detto il digitale e il web sono entrati direttamente nelle case dei clienti, con un servizio di messaggi ed email  spesso si mantengono rapporti lavorativi continuativi anche nel settore della grafica e stampa. Per questo motivo chi vuole aprire una stamperia digitale, dovrà premunirsi anche di un ottimo sito online con il quale promuovere la propria attività per catturare eventuali clienti non residenti nella propria città, il tutto sempre accompagnato da qualità eccellente. A volte capita che un cliente non dia delle specifiche su risoluzioni e tonalità di colori, semplicemente non essendo pratico del settore, lascia che sia il grafico stesso a lavorare sul progetto; se sarà di suo gradimento, quindi con ottimi ed eccellenti risultati visivi, si potrà contare sul ritorno del cliente. Tuttavia chi è interessato ad aprire una stamperia digitale può svolgere i corsi per migliorarsi, questi possono essere privati con costi seri, oppure anche pubblici, per cui sono gratuiti o comunque con costi bassi e accessibili, ma bisogna informarsi bene e con lauto anticipo su come riuscire ad accedere e frequentare uno di questi corsi.

Condividi l'articolo o lascia un mi piace!

Potrebbero interessarti anche...